• Se vuoi conoscere...

    ...LA TUA MALATTIA e desideri curarla in modo consapevole,
    puoi navigare all'interno del nostro portale per comprendere meglio
    le patologie, le possibili cure, le tecniche oggi adottabili, oppure,
    semplicemente, per approfondire alcuni aspetti dell'anatomia umana
    che ci caratterizza tutti.
  • L'armonia...

    ...DEGLI ELEMENTI E LA VITALITA' DELL'ESSERE.
    Le malattie dell'apparato genitale e urinario affrontate in collaborazione
    da più Specialisti con formazione ospedaliera ed universitaria,
    utilizzando percorsi diagnostici e terapeutici indicati dalle linee guida
    delle più accreditate Società Urologiche ed Andrologiche nazionali.
  • Informazioni...

    ...CHIARE E CORRETTE sulle principali problematiche
    di natura urologica e andrologica.
    Troverete nel sito solo notizie dettate dai principi di etica che guidano
    la buona pratica professionale, universalmente condivise
    e codificate in campo internazionale.
  • 1
  • 2
  • 3
Sabato, Novembre 18, 2017
Text Size

Stadiazione (Cancro alla vescica)

Il sistema attualmente usato per la stadiazione dei tumori della vescica e quello sviluppato congiuntamente dall’Intenatiional Union Against Cancer (UICC) e dall’American Joint Committe on Cancer Staging (AJC).
In questo sistema, denominato anche tumore – metastasi – linfonodi (tumor, node, metastasis, TNM), i tumori confinati all’epitelio papillifero sono classificati come di stadio Ta, mentre i carcinomi in situ piani sono denominati Tis.
I tumori che hanno invaso la sottomucosa sono classificati come T1, mentre quelli che invadono la muscolare sono classificati in T2a e T2b, a seconda che vi sia interessamento superficiale o profondo della muscolatura. I tumori che hanno invaso il grasso perivescicale sono classificati come stadio T3.
Quelli che interessano i visceri pelvici, come la prostata, il retto, l’utero, la vagina o le pareti laterali, sono classificati come stadio T4.
N0 indica l’assenza di linfonodi positivi.
N1 la presenza di un solo linfonodo positivo di 2 cm di diametro.
N2 indica la presenza di un solo linfonodo positivo, superiore a 2 cm ma inferiore a 5 cm. N3 indica molti linfonodi positivi.
La presenza di metastasi a distanza è indicata con M1, mentre la loro assenza è indicata con M0.
In caso di incertezza sullo stato linfonodale o sulla presenza di metastasi a distanza, la classificazione è Nx o Mx.