• Se vuoi conoscere...

    ...LA TUA MALATTIA e desideri curarla in modo consapevole,
    puoi navigare all'interno del nostro portale per comprendere meglio
    le patologie, le possibili cure, le tecniche oggi adottabili, oppure,
    semplicemente, per approfondire alcuni aspetti dell'anatomia umana
    che ci caratterizza tutti.
  • L'armonia...

    ...DEGLI ELEMENTI E LA VITALITA' DELL'ESSERE.
    Le malattie dell'apparato genitale e urinario affrontate in collaborazione
    da più Specialisti con formazione ospedaliera ed universitaria,
    utilizzando percorsi diagnostici e terapeutici indicati dalle linee guida
    delle più accreditate Società Urologiche ed Andrologiche nazionali.
  • Informazioni...

    ...CHIARE E CORRETTE sulle principali problematiche
    di natura urologica e andrologica.
    Troverete nel sito solo notizie dettate dai principi di etica che guidano
    la buona pratica professionale, universalmente condivise
    e codificate in campo internazionale.
  • 1
  • 2
  • 3
Martedì, Settembre 26, 2017
Text Size

Epidemiologia (Cancro alla prostata)

Il Cancro della prostata (CaP) sta diventando la più comune neoplasia maligna del sesso maschile nei paesi industrializzati ad elevato sviluppo socio-economico.
In Italia vengono diagnosticati ogni anno circa 25.000 nuovi casi di CaP pari al 10% dei tumori maschili con una mortalità specifica di circa 10.000 morti/anno (7% della mortalità globale per tumore negli uomini).
Per un italiano il rischio di ammalarsi di tale malattia nell'arco della sua vita è del 2,4%.
Ma, questi dati percentuali sono comunque riferiti a tutte le differenti patologie che possono colpire un uomo 
da 0 a 80 anni.

Se al contrario si considera che il CaP è pressoché inesistente prima dei 50 anni di età e diventa un problema rilevante dai 55 anni in poi, vediamo che la sua incidenza percentuale a 60 anni è del 10% raggiungendo a 70 anni il 38%!

Queste considerazioni hanno portato l’ex Ministro della Sanità, Prof. Veronesi, a inserire questo tumore tra i 4 “big killer” (tumore della mammella, del polmone, del colon e della prostata) su cui concentrare buona parte delle risorse destinate alla prevenzione del piano sanitario nazionale.